Alzabimbo/booster: cosa sono, come si usano e normativa.

Pubblicato il 21-03-2017

La sicurezza in auto è un argomento di vitale importanza che non andrebbe mai trascurato.

Spesso si tratta di piccoli accorgimenti che possono ridurre i danni o salvare la vita in moltissime occasioni. Quando si parla di bambini la questione diventa ancora più delicata.
Trasportare bambini in auto, infatti, è una grossa responsabilità a cui troppo spesso non si dà la giusta importanza.

Secondo le statistiche, in caso di incidente stradale, sono proprio i bambini coinvolti a subirne i maggiori danni, provocati troppo spesso da negligenze degli adulti sull'adozione di un sistema di sicurezza idoneo per il trasporto di infanti o per un utilizzo scorretto di questi dispositivi.

Proprio per ridurre questi pesanti numeri, ai fini di una maggior tutela della salute del bambino in caso di incidente, da Gennaio 2017 "cambia" la normativa europea di riferimento in merito al loro trasporto in auto ed in particolare alla attuale normativa ECE R44/04 si affianca la nuova normativa R129.


Quello che viene variato è essenzialmente il fattore "altezza" del bambino che ad oggi non era preso in considerazione a scapito della sola fascia di peso.
Infatti, il bambino, necessita di un dispositivo per il trasporto in auto di un determinato tipo in base alla sua evoluzione fisica fino al raggiungimento (introduzione della nuova normativa) dei 150cm di altezza (stimata in circa 14 anni di età).

Facciamo una carrellata sui vari dispositivi fino a raggiungere e chiarire quello che vuole essere l'argomento chiave di questo post: l'alzabimbo.


- Navetta e ovetto:

sono i primi due strumenti necessari per la messa in sicurezza degli infanti. Si tratta di dispositivi (Gruppo0/0+ secondo normativa R44/04) per i più piccini che non abbiano superato i 105cm di altezza e 15mesi di età anagrafica. La navetta si monta in modo che l'infante risulti perpendicolare al senso di marcia, mentre l'ovetto in modo che il bambino risulti nel senso opposto alla marcia (sempre fino ai 15 mesi di età/105cm di altezza del bambino).


Navetta e ovetto per trasporto infanti in auto. Gruppo0 e 0+



- Il seggiolino:

è lo step successivo per bimbi con altezza fino ai 125cm.
I seggiolini sono divisi in gruppi sempre in base al peso/età del bambino ed alla tipologia di blocco che ha il bambino.

Seggiolini auto di Gruppo1 per bambini da 9 a 18Kg (superati i 15 mesi di età e 105cm) dotati di cinture interne con il quale viene bloccato il bimbo.

Seggiolini auto di Gruppo2 per bambini da 15 a 25Kg (fino a 125 cm di altezza) dotati di schienale e poggiatesta permettono l'utilizzo delle cinture di sicurezza della vettura per il blocco del bambino.


Seggiolino per trasporto bambini in auto. Gruppo1 e 2



Seggiolini auto di Gruppo3 per bambini dal 22 a 36Kg (da 125cm a 150cm di altezza) sono le cosiddette alzatine o booster. Su questi ci preme soffermarci in questo articolo.


Seggiolino alzabimbo per trasporto bambini in auto. Gruppo3


Gli alzabimbo detti anche rialzi sono spesso ignorati in quanto il bimbo viene reputato "grande" senza tener conto della sicurezza. Ricoprono invece un ramo importante per il trasporto del bambino in auto.
L'alzatina serve appunto per innalzare il bimbo in rapporto ai punti di fissaggio della cintura di sicurezza dell'auto. Con questo dispositivo, infatti, come capita per i seggiolini di Gruppo2, il bambino utilizza la cintura di sicurezza nativa della vettura, così come un adulto.

Un errato posizionamento della cintura (e questo vale anche per gli adulti) in caso di incidente può rivelarsi un'arma che uccide. Per un bambino il posizionamento della cintura a 3 punti risulta  tendenzialmente troppo alta, passando ad altezza gola anzichè sulla clavicola.
Con l'alzabimbo il bambino non corre questo rischio.

Ad oggi, con la R44/04, veniva preso in considerazione il solo peso del bambino (da 22 a 36Kg). Con la nuova R129 invece viene giustamente valutata anche l'altezza del bambino.
Questa modifica entrerà comunque in vigore dall'estate 2017 salvo proroghe.


Per quanto riguarda gli alzabimbo, quello da tener presente viene quindi così riassunto:

BAMBINO con altezza fino a 125cm : si usa un modello di Gruppo2 che abbia anche lo schienale (solitamente removibile);

BAMBINO con altezza da 125cm a 150cm : si può usare un modello senza schienale (o si rimuove lo schienale se il modello lo permette).


Gli alzabimbo senza schienale sono chiaramente meno costosi, meno ingombranti e molto pratici. Esistono anch'essi con varie fantasie in base ai gusti del bambino.
Sono realizzati in ABS e solitamente rivestiti da una fodera lavabile.

Restando il fatto che, anche passati i 36Kg di peso del bambino, l'altezza sia nella fascia 125-150cm, l'uso dell'alzatina è obbligatorio, questi dispositivi permettono una maggior libertà al bambino ad essere cosiderato "grande" senza perdere di vista l'aspetto sicurezza.